Il Pio Monte della Misericordia

LA CASA

Il Pio Monte della Misericordia, fondato nel 1602, ha sede nel suo storico palazzo ancora oggi la Casa dall’Istituzione.

La Cappella, lo scalone monumentale che raggiunge la Quadreria al primo piano, il suo Archivio storico-Biblioteca e le Associazioni ospitate, raccontano oltre quattro secoli di attività ininterrotta a favore dei più deboli.

Consigliamo ai nostri ‘ospiti-visitatori’ di visitare prima la Cappella, poi salire al primo piano e proseguire la visita alla Quadreria dal salone di ingresso. Se si vuole, durante la settimana, è possibile visitare anche le diverse Associazioni assistenziali che vengono ospitate nel palazzo.

L’Archivio storico e la Biblioteca si trovano al secondo piano e sono accessibili a tutti gli studiosi e visitatori che ne fanno richiesta.

La struttura

Immagine anteprima quadreria

Quadreria

Conosciuta anche come ‘Pinacoteca’, la Quadreria è aperta ai visitatori che entrano nei luoghi ancora adoperati dalla Associazione. Un appartamento storico vissuto, dove, ad esempio, due volte l’anno si riunisce l’Assemblea Generale degli Associati e dove, tutti i venerdì si riunisce l’attuale Governo composto da sette Governatori che decidono le attività e i sostegni da offrire.

Nel corso dei secoli giungono numerose donazioni ed eredità: proprietà immobiliari e fondi rustici (che costituisce il patrimonio attuale dell’Ente) e molte collezioni d’arte, vendute fino al 1914 per ricavare risorse per la beneficenza.

Dal 1972 il Pio Monte della Misericordia apre per la prima volta le sue porte e rende visitabile il suo patrimonio privato, ammirato fino a quel momento solo dagli Associati o da pochi studiosi.

anteprima-cappella

Cappella

La cappella del Pio Monte della Misericordia, ancora oggi nel pieno esercizio delle sue funzioni religiose, fu costruita in una prima fase da Giovan Giacomo di Conforto (1604-1607), poi riedificata da Francesco Antonio Picchiatti (1656-1671).  L’impianto centrale ottagonale è funzionale al racconto delle Opere del Pio Monte della Misericordia: infatti i dipinti sugli altari rimandano alle attività caritatevoli dell’Ente, a partire dall’altare maggiore, con il famoso capolavoro di  Caravaggio che sintetizza le opere della misericordia corporale.

Incredibilmente, le iconografie dei dipinti Seicenteschi possono richiamare simbolicamente le diverse attività assistenziali dell’Ente svolte ancora oggi in diversi settori.

Dal lunedì  al sabato si celebra la Santa Messa alle 9.30

nteprima-biblioteca-archivio

Archivio storico e Biblioteca

L’Archivio, con il suo notevole patrimonio documentario, è il luogo dove risiede la memoria storica di questo glorioso Istituto che da oltre quattro secoli svolge la sua attività assistenziale e benefica per le classi più bisognose di Napoli.Attualmente l’Archivio Storico si sviluppa in 5 sale e occupa oltre 400 metri lineari di materiale documentario ordinato in serie e sottoserie anche dette “Categorie” e “Rubriche”.

La Biblioteca del Pio Monte della Misericordia, contenente 17.000 volumi circa, si è formata, così come per il patrimonio artistico, grazie a lasciti o donazioni nell’arco di quatto secoli. Nel giugno 2015 ha avviato la catalogazione, tutt’ora in corso, aderendo al Polo SBN di Napoli. Custodisce in prevalenza libri di Storia, Meridionalistica, Araldica, Storia dell’Arte ed è divisa in tre fondi speciali.

LE OPERE DI MISERICORDIA & "LE NOSTRE OPERE"

Michelangelo Merisi detto Caravaggio, Le opere della Misericordia (1607)

Il Pio Monte della Misericordia è una delle più importanti e antiche istituzioni benefiche napoletane, di ispirazione cattolica, nata per l’esercizio delle Sette Opere di Misericordia corporale, e che, ancora oggi, grazie alla generosità di tutti gli associati, esegue ininterrottamente la sua attività.

L’Istituzione, fondata nel 1602 da *sette nobili napoletani, ha sede nello storico palazzo, progettato dal regio architetto Francesco Antonio Picchiatti, che nasconde al suo interno l’elegante chiesa barocca a pianta centrale. All’interno si possono ammirare, sull’ altare maggiore la grande tela di Caravaggio le Sette Opere di Misericordia e nei successivi altari altri capolavori di pittura e scultura, come il dipinto di Battistello Caracciolo la Liberazione di San Pietro, che risulta essere tra le più alte testimonianze del naturalismo napoletano. Infine all’esterno sulla facciata principale dell’ingresso, le statue allegoriche di Andrea Falcone.

Al primo piano, le suggestive sale dell’appartamento storico custodiscono la preziosa Quadreria con il considerevole nucleo di dipinti e bozzetti di Francesco De Mura, artista del ’700 napoletano; ed inoltre opere di insigni pittori italiani e stranieri dal Cinquecento all’Ottocento, tra cui Ribera, Giordano, Pitloo, Stanzione, Vaccaro, Fracanzano, Santafede, van Sommer.

Il palazzo, la Chiesa e la Quadreria creano una unità inscindibile e costituiscono un insieme storico di grande efficacia, che consente di rivivere le atmosfere di questa antica istituzione benefica, esponendo una delle più interessanti raccolte private aperte al pubblico, presentata in un contesto di grande fascino.

*I giovani gentiluomini si chiamavano: Cesare Sersale, Giovan Andrea Gambacorta, Girolamo Lagni, Astorgio Agnese, Giovan Battista d’Alessandro, Giovan Vincenzo Piscicelli e Giovan Battista Manso.

L’Associazione denominata “Pio Monte della Misericordia” fondata nel 1602 ed avente sede in Napoli, Via Tribunali 253, ha per scopo l’esercizio, diretto o indiretto, delle tradizionali Opere di Misericordia, che costituiscono l’inalienabile patrimonio morale dell’Istituzione, e di ogni altra opera di umana solidarietà, anche di assistenza socio-sanitaria, compatibilmente alle esigenze dei tempi, ai bisogni della popolazione napoletana ed alle disponibilità dell’Istituzione, escluso ogni fine di lucro.

L’Istituzione si prefigge anche la conservazione e la valorizzazione del proprio patrimonio storico, artistico ed archivistico, promuovendo altresì attività culturali autonome o in sinergia con altre istituzioni.

L'ARTE A SOSTEGNO DELLA VITA

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi