Il libro di ARTE-TECA: Surus, l’elefante bambino / Cornacchia, il cane giocoliere

libro arteteca arte-teca

Nel 2018 si avvia il progetto “Arte-teca. Ludoteche museali, che intende attivare, a Napoli e nel comune di Santa Maria Capua Vetere, due ludoteche “museali” che accoglieranno bambini nella fascia d’età 3-6 anni e le relative famiglie.
Le attività e i laboratori svolti nelle ludoteche museali del Museo Archeologico dell’Antica Capua a Santa Maria Capua Vetere e al Pio Monte della Misericordia, a Napoli, hanno dato l’idea di personificare le strutture ludico-educative, immaginando un volto e una storia per due mascotte. Surus, l’elefante bambino amico di Annibale, per la ludoteca museale dell’Antica Capua; Cornacchia, il cane giocoliere di Caravaggio, per la ludoteca del centro storico di Napoli.
L’elefantino Surus viaggerà a piedi, dalla Siria all’Italia, lungo le sponde del Mediterraneo e diventerà un forte e coraggioso soldato dell’esercito di Annibale. Il cane Cornacchia, invece, ha un sogno e un grande amico: Caravaggio, un pittore un po’ strano che però è sparito. Il piccolo cane giocoliere lo cercherà a lungo, incontrando cavalieri bizzarri e scienziati curiosi.
Un libro che diventa uno strumento non didascalico da utilizzare durante le visite guidate e i laboratori nei due musei.

 

libro arteteca arte-teca

Surus e Cornacchia si presentano. Venerdì 14 giugno alle ore 17:30 Spazio NEA, in via Costantinopoli 53 / piazza Bellini 59 – Napoli, presenta Surus, l’elefante bambino / Cornacchia, il cane giocoliere (iemme edizioni, 2019) di Ivan Esposito, con illustrazioni di Valentina De Luca. Il libro racconta di due storie illustrate, aventi ciascuna per protagonista la mascotte delle Ludoteche museali Arteteca. Un progetto sostenuto da “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo di contrasto alla povertà educativa minorile. Surus e Cornacchia, l’elefante di Annibale e il cane di Caravaggio.

A piedi dalla Siria all’Italia

È il viaggio di Surus, lungo le sponde del Mediterraneo. L’elefante bambino diventerà un forte e coraggioso soldato dell’esercito di Annibale. Capirà però che la paura è l’unico nemico da combattere. Cornacchia ha un sogno e un grande amico: Caravaggio, un pittore un po’ strano che però è sparito. Il piccolo cane giocoliere lo cercherà a lungo, incontrando cavalieri bizzarri e scienziati curiosi. Un viaggio che lo porterà a scoprire il segreto della Luce. Due storie per raccontare un’avventura, quella delle ludoteche che Arteteca. Attivate presso il Pio Monte della Misericordia (centro storico di Napoli; pinacoteca con, tra gli altri, Le Sette Opere della Misericordia del Caravaggio) e presso il Museo archeologico dell’Antica Capua (insieme con l’adiacente Anfiteatro Campano, testimonianza dei luoghi di Spartaco e del soggiorno capuano di Annibale).

Le storie

Le storie – arricchite delle prefazioni di Carlo Borgomeo, del direttore DG Musei del MiBAC Antonio Lampis e dello scultore contemporaneo Lello Esposito – rappresentano la modalità che Arteteca sperimenta per raccontare il progetto e i suoi luoghi. Nonché per disseminare il tema generale del contrasto alla povertà educativa. La presentazione del volume è un momento sintetico e informale per creare una connessione con ulteriori reti ed esperienze. Per unire intorno al tema del contrasto alla povertà educativa minorile più realtà e più energie.

Gli ospiti

Una pluralità che emerge anche dagli ospiti invitati ad intervenire. Il prof. Paolo Spinelli, presidente della Fondazione Puglia e membro del CdA dell’impresa sociale Con i Bambini, evidenzierà come il Fondo di contrasto alla povertà educativa minorile sia diventata una costruttiva e concreta forma di collaborazione strutturata tra le Fondazioni di origine bancaria, il Governo e il Forum del Terzo Settore. Tiziana Cristiani, coordinatrice campana della rete Nati per Leggere, racconterà del rapporto tra lettura, in tenerissima età, e contrasto alla povertà educativa; di come cioè l’oggetto libro – complementare e non sostituito dai supporti tecnologici e dalla rete – sia ancora uno dei principali strumenti per accompagnare i bambini nella crescita; da qui l’interesse verso una comunicazione sociale che inventi e reinventi le storie illustrate per creare un ponte tra realtà e immaginario e veicolare esperienze e contenuti.

L’artista Lello Esposito

Lello Esposito, artista di rilevanza internazionale, socialmente impegnato in progetti educativi per bambini nel centro storico di Napoli, testimonierà della relazione strettissima tra sensibilità artistica, appartenenza ad una comunità e ad una tradizione, restituzione sociale al patrimonio collettivo immateriale di un lavoro creativo nato respirando la città nei suoi angoli più significativi.