Sala del Coretto

Di grande suggestione, questa piccola sala ha una doppia apertura: dal balcone si ammira la guglia di Cosimo Fanzago dedicata a San Gennaro nel 1631, e la cupola della Cappella del Tesoro di S. Gennaro; nella parete di fronte al balcone, un armadio di legno nasconde un coretto-matroneo, che si affaccia sulla Cappella, realizzato per assistere alle funzioni religiose. Da qui, una spettacolare visione d’insieme della Cappella con il capolavoro di Caravaggio.

In questa sala, oltre e diversi dipinti Seicenteschi, è collocata una vetrina con una serie completa di antichi paramenti sacri,in filigrana dorata con decorazioni floreali e vegetali, donati dalla famiglia Piromallo Capece Piscicelli, appartenuti al Cardinale Girolamo d’Andrea, vissuto a metà Ottocento.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi